Acqua minerale, smalto dentario e carie

Acqua minerale, smalto dentario e carie

L’acqua minerale protegge dalla carie?

Tutti i cibi che mangiamo o le bevande che assumiamo incidono sul benessere dei denti e delle gengive.

La carie dentaria è la patologia odontoiatrica più frequente ed è favorita, il più delle volte, “dall’usura dentaria”, cioè la condizione nella quale si perde smalto dentario non a causa dei batteri della bocca ma per la presenza di saliva acida.

Per mantenere il dente in salute e preservare lo smalto e il tessuto osseo che lo sostiene è importante un’igiene orale corretta, un’attenta alimentazione e anche una buona acqua minerale.

Perché è importante anche l’alimentazione?

L’importanza del cibo rispetto alla salute della bocca è un aspetto che non si può più ignorare.

Tutti i cibi che ingeriamo, non solo lo zucchero, incidono in maniera positiva o negativa sulla condizione dei denti e delle gengive.

L’acqua che beviamo quotidianamente ha un’influenza determinante sulla salute del cavo orale perché l’integrità dello smalto e, di conseguenza, la resistenza alla carie sono determinate dalla composizione chimica dei fluidi presenti nella bocca.

Una saliva molto ricca (soluzione satura) di calcio e fosfati non intaccherà la superficie del dente.

Al contrario, invece, se la saliva che circonda lo smalto è acida perché priva di minerali come il fosfato, il magnesio e il calcio si avvierà un processo di demineralizzazione (usura dentaria).

Questo processo “distruttivo” per lo smalto dentario si attiva anche ogni volta che i carboidrati, o gli zuccheri, sono introdotti in bocca.

Qualsiasi carboidrato può essere “fermentato” e metabolizzato dai batteri che creano acidi organici come sottoprodotti che poi si diffondono attraverso la placca e nello smalto sciogliendo la sostanza minerale del dente.

La cariogenesi avviene, quindi, come conseguenza di fenomeni di demineralizzazione dei tessuti dentali, causati dalla fermentazione degli zuccheri per opera dei batteri della placca.

Questo processo usurante dello smalto diminuisce o si arresta solo quando la saliva diventa nuovamente ricca e saturata di fosfato, idrossido e ioni di calcio.

Alla luce di questi processi è chiaro come le proprietà fisicochimiche dell’acqua che introduciamo possono influenzare la mineralizzazione del dente indirettamente attraverso la concentrazione nella saliva di calcio, di magnesio e di fluoro e con effetto diretto sul tessuto dei denti.

È importante bere acqua minerale contro la carie?

Il livello di acidità della saliva (grado di pH), oltre alla presenza di sali di calcio, fosfato e di fluoro è importante per promuovere la riparazione del tessuto mineralizzato nella cavità orale.

In questo contesto il consumo di acqua durante e lontano dai pasti costituisce un fattore determinante in grado di modificare il livello di pH e le concentrazioni di minerali che circondano i denti.

L’acqua ha un pH neutro e tende a tamponare l’acidità che si crea nella bocca ed essendo per di più un’importante fonte di minerali di fluoro, calcio, magnesio potassio, bicarbonato e fosfato ha un per questo un doppio effetto anti cariogenico.

Un’altra caratteristica che può influenzare la salute dei denti è la durezza dell’acqua determinata dalla quantità di calcio in esso contenuta, nonché dal magnesio e dal fluoruro che hanno effetto sulla resistenza dei denti e ne migliorano la remineralizzazione anche se già usurati.

In quest’ottica, per prevenire i processi di demineralizzazione e combattere la carie, è consigliata l’assunzione di acque minerali ricche di fluoro e di calcio dove la presenza ottimale minima di calcio dovrebbe essere di almeno 170 mg/L e quella del fluoro di 1 mg/L.

Perché è importante bere acqua minerale per i denti?

Bere, dunque, è importante per i denti perché aumenta la salivazione e perché ha un importante ruolo protettivo contro l’usura dei denti e la formazione della carie.

Ecco cosa fare:

  1. Assumere acqua ad alto residuo fisso di calcio, magnesio e fluoro.
  2. Bere acqua dopo gli spuntini per tamponare l’acidità del pH orale e per ristabilire l’equilibrio nell’ambiente orale al fine di prevenire la cariogenesi.
  3. Idratare la bocca nel corso di tutta la giornata per saturare l’ecosistema orale di minerali come calcio, fosforo e fluoro che hanno un ruolo importante nei processi di remineralizzazione dello smalto.
  4. Bere per aumentare il flusso salivare e dare un effetto detergente sulla superficie orale, aiutando a contrastare l’attecchimento della placca e la formazione di nicchie batteriche residenti.
  5. Bere al risveglio almeno due bicchieri di acqua per reidratare la bocca al fine di ridurre anche l’alitosi mattutina.

Per la salute dello smalto dentario è importante seguire un corretto stile alimentare che aiuti a prevenire l’usura dentaria, la carie e le patologie odontoiatriche.

Per questo la raccomandazione è di bere molto e di bere acque minerali ad alto residuo fisso perché l’idratazione costante e integrazione di calcio, fosfato, magnesio e fluoruri attraverso l’acqua aiutano a favorire i processi di riparazione dello smalto del dente e diminuiscono il rischio di carie.

condividi su
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Tumblr


Strumenti Utili

BMI,
Indice di massa corporea

Calcolo online dell'indice di massa corporea

vai al BMI
CC,
Consumo calorico nell'attività fisica

Calcolo online del consumo calorico nell'attività fisica

vai al CC
MB,
Metabolismo Basale

Calcola il tuo metabolismo basale

vai al MB

Dottore Nutrizionista

Giulio D'Aurizio

specialista dell'alimentazione regolarmente abilitato riceve per appuntamento nei seguenti studi

Vasto,
studio privato

Via Goldoni, 8
angolo con via Madonna dell'Asilo

347 65 60 242
347.6560242
Torino Di Sangro,
Centro Tauros

Via Alcide De Gasperi, 4

0873 91 35 65
347 65 60 242
Casalbordino,
Poliambulatorio Casalus

Via Portanuova, 2

347 65 60 242