Metabolismo lento: come risvegliarlo?

Metabolismo lento: come risvegliarlo?

COS’È IL METABOLISMO?

Il metabolismo può essere descritto come un insieme di reazioni energetiche e chimiche che avvengono nel nostro corpo e che determinano, tra l’altro, la velocità e l’efficienza con le quali sono utilizzate le calorie per soddisfare i bisogni vitali dell’organismo.

Negli individui in cui il metabolismo è particolarmente attivo, il peso corporeo non aumenta facilmente benché le persone non seguano uno stile di vita corretto ed equilibrato.

Invece, altre tipologie di persone possono ritrovarsi qualche chilo di peso in più nonostante l’attenzione che ripongono nel mangiare.

COSA SUCCEDE SE E’ RALLENTATO?

Spesso dimagrire può essere difficile e di frequente, nonostante non si esageri con l’alimentazione, si assiste anche a un aumento del peso corporeo che può sembrare ingiustificato.

La ragione, in molti casi, può essere attribuita a un’alterazione del metabolismo.

Il metabolismo, in alcune circostanze, può essere rallentato anche e soprattutto per una serie di scorrette abitudini alimentari che lo fanno sprofondare in una sorta di pigrizia.

Quando questo stato metabolico si presenta, l’organismo perde l’efficienza nell’utilizzare le calorie a scopo energetico e si comporta come una vera e propria macchina ingolfata.

COME STIMOLARE IL METABOLISMO PER BRUCIARE LE CALORIE?

La capacità di utilizzare l’energia posseduta dal metabolismo è direttamente proporzionata all’età, al peso della persona, alla composizione corporea nonché al tempo che si dedica all’attività fisica durante la giornata.

Questa capacità di bruciare calorie può essere aumentata con una serie di suggerimenti alimentari mirati a svegliare l’organismo e a stimolare il metabolismo assopito.

Ecco cosa fare:

  • FRAZIONA I PASTI

Per far lavorare bene il metabolismo bisogna mangiare in modo adeguato e con una certa frequenza.

Meglio quindi 4-5 pasti leggeri (colazione, pranzo, cena e spuntini) rispetto a solo uno o due pasti abbondanti.

Così facendo non solo si migliora la digestione e l’assorbimento dei cibi ma si aumenta, appunto, anche il metabolismo.

  • CONSUMA BEVANDE STIMOLANTI

L’assunzione di caffè o di tè stimola l’organismo e aumenta il consumo di energia.

Naturalmente non bisogna superare le 3-4 tazzine al giorno perché se si esagera con le quantità possono verificarsi effetti collaterali.

  • USA LE SPEZIE

Ci sono dei cibi come il rosmarino, il peperoncino o il tarassaco che, se usati per insaporire le pietanze a tavola, possono essere d’aiuto perché agiscono sull’assimilazione dei grassi e rendono più efficiente il sistema nervoso.

  • NON RINUNCIARE AI CARBOIDRATI

Chi segue una dieta ricca di carboidrati forniti da pasta, riso o pane ha un metabolismo basale, cioè l’energia consumata a riposo, più elevato del 10%.

Questo si traduce anche in più calorie consumate.

  • MUOVITI DI PIÙ’

Praticare attività fisica è un rimedio efficace per risvegliare il metabolismo addormentato.

Bastano anche solo 120-150 minuti alla settimana, praticati con costanza, per influenzare positivamente l’organismo, favorire l’utilizzo a scopo energetico dei grassi e aumentare la massa tessutale attiva che è direttamente coinvolta nel consumo calorico.

Clicca qui e calcola il consumo calorico con l’attività fisica.

condividi su
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Tumblr


Strumenti Utili

BMI,
Indice di massa corporea

Calcolo online dell'indice di massa corporea

vai al BMI
CC,
Consumo calorico nell'attività fisica

Calcolo online del consumo calorico nell'attività fisica

vai al CC
MB,
Metabolismo Basale

Calcola il tuo metabolismo basale

vai al MB

Dottore Nutrizionista

Giulio D'Aurizio

specialista dell'alimentazione regolarmente abilitato riceve per appuntamento nei seguenti studi

Vasto,
studio privato

Via Goldoni, 8
angolo con via Madonna dell'Asilo

347 65 60 242
347.6560242
Torino Di Sangro,
Centro Tauros

Via Alcide De Gasperi, 4

0873 91 35 65
347 65 60 242
Casalbordino,
Poliambulatorio Casalus

Via Portanuova, 2

347 65 60 242