Mirtillo rosso:una cura contro la cistite

Mirtillo rosso:una cura contro la cistite

Cos’è il mirtillo rosso?

Il mirtillo rosso (o cranberry) è un frutto, o forse meglio una bacca, tipica del sottobosco e ricca di proprietà benefiche e terapeutiche.

Questa bacca è tipica del Nord America ma cresce anche nel nostro Paese, nelle zone collinari e montane, principalmente sulle Alpi e sugli Appennini settentrionali.

Ricco di pro-antocianidine, flavonoidi, sali minerali, polifenoli, tannini, vitamine C ed E, i suoi frutti sono molto gustosi e abitualmente vengono utilizzati per preparare succhi e ottime confetture.

Il mirtillo rosso previene la cistite?

Il mirtillo rosso è conosciuto e apprezzato da millenni per l’azione diuretica e depurativa ma la notorietà è dovuta soprattutto all’azione svolta nel curare le cistiti e le affezioni del tratto uro-genitale.

I frutti possono essere assunti per prevenire cistiti e uretiti, in particolare quelle causate dall’Escherichia Coli, un batterio che risulta uno dei più frequenti agenti infettivi delle vie urinarie.

Il mirtillo rosso è efficace contro questo particolare batterio perché l’alta presenza di pro-antocianidine e il lavoro sinergico di tutti i principi attivi (fitocomplesso) contenuti inibiscono la capacità di adesione alle cellule della mucosa che riveste il tratto urinario favorendo la fisiologica eliminazione, attraverso le urine, dei batteri potenzialmente patogeni.

Inoltre, abbassando anche i valori del ph urinario, questa bacca rende più acide le urine, contribuendo doppiamente a contrastare i processi infettivi in quel tratto.

Recenti studi scientifici hanno confermato l’efficacia dell’uso del mirtillo rosso, e in particolare del suo succo, per curare in modo naturale le infezioni delle vie urinarie.

Pertanto assumere periodicamente il mirtillo rosso è considerato un rimedio indicato per prevenire le recidive nei casi di cistite cronica.

Ci sono controindicazioni al consumo?

Anche se si tratta di un frutto bisogna prestare attenzione nel caso si decida di utilizzarlo per lunghi periodi.

Il mirtillo rosso è normalmente ben tollerato ma se viene assunto molto a lungo, o ad alte dosi, può causare episodi di diarrea o di disturbi gastrointestinali.

Il consumo è oltretutto sconsigliato in caso di calcolosi renale, perché il suo succo è molto ricco di ossalati che favoriscono la formazione dei calcoli.

condividi su
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Tumblr


Strumenti Utili

BMI,
Indice di massa corporea

Calcolo online dell'indice di massa corporea

vai al BMI
CC,
Consumo calorico nell'attività fisica

Calcolo online del consumo calorico nell'attività fisica

vai al CC
MB,
Metabolismo Basale

Calcola il tuo metabolismo basale

vai al MB

Dottore Nutrizionista

Giulio D'Aurizio

specialista dell'alimentazione regolarmente abilitato riceve per appuntamento nei seguenti studi

Vasto,
studio privato

Via Goldoni, 8
angolo con via Madonna dell'Asilo

347 65 60 242
347.6560242
Torino Di Sangro,
Centro Tauros

Via Alcide De Gasperi, 4

0873 91 35 65
347 65 60 242
Casalbordino,
Poliambulatorio Casalus

Via Portanuova, 2

347 65 60 242