Perché bere acqua di rubinetto?

Perché bere acqua di rubinetto?

L’acqua di rubinetto è sicura?

L’acqua è un elemento indispensabile per il buon funzionamento dell’organismo e se l’acquedotto ci fornisce acqua di rubinetto gradevole possiamo berla tranquillamente.

Ormai da anni si ritiene, a torto, che l’acqua del rubinetto (rete idrica) sia poco controllata o inquinata.

La sfiducia che accompagna l’utilizzo dell’acqua della rete idrica non è quasi mai giustificata anche perché le moderne tecnologie, tutt’oggi applicate (es. filtrazione su membrana, addolcimento, sedimentazione, ecc.), rendono l’acqua destinata al consumo umano molto sicura.

La perplessità più comune che viene spesso sollevata quando si parla di acqua del rubinetto è riferita all’odore di cloro che può talvolta emanare.

In effetti, in alcuni casi, questo odore può essere poco gradevole ma non è assolutamente dannoso o pericoloso per la salute.

I derivati del cloro (ipoclorito di sodio) sono aggiunti negli acquedotti solo quando c’è un rischio concreto di contaminazione batterica, ma la loro presenza è regolamentata per legge con limiti di sicurezza ampiamente garantiti.

La quantità di cloro aggiunta fa si che la purezza dell’acqua rimanga intatta durante il tragitto che percorre, attraverso le condotte, fino a casa degli utenti.

Essendo una sostanza volatile, per ovviare a questo aspetto, basta lasciare per un po’ di tempo l’acqua all’aperto a contatto con l’aria, magari in una brocca di vetro, e l’odore di cloro svanisce.

Di tanto in tanto può accadere, specialmente in quegli impianti poco utilizzati, di vedere uscire dal rubinetto acqua torbida o “colorata”.

Negli impianti più vecchi, o a causa di lavori di manutenzione della rete idrica, nelle tubature si possono depositare residui di calcio o di ferro che, a volte, arrivano fino ai rubinetti di casa.

In questi casi basta lasciare scorrere l’acqua dal rubinetto, per meno di un minuto, per vedere di nuovo l’acqua limpida e senza nessun pericolo per la salute.

Perché bere acqua di rubinetto?

L’acqua della rete idrica destinata al consumo umano è tenuta sotto un controllo quotidiano con parametri da rispettare molto restrittivi e per questo è sicura.

Inoltre ci sono altri aspetti, anche ambientali, che dovrebbero spingerci a un consumo più costante di acqua di rubinetto.

Ecco perché si dovrebbe preferire l’acqua di rubinetto:

  1. E’ controllata e garantita

L’acqua di rubinetto è sottoposta a controlli severissimi, sia da parte del laboratorio del gestore del servizio sia da parte dei tecnici dell’ASL di riferimento regionale (SIAN).

Per questo l’acqua distribuita da un pubblico acquedotto è sempre potabile.

  1. E’ fresca

L’acqua della rete idrica non è stoccata nei magazzini e non rischia di essere sottoposta a condizioni ambientali di luce e calore che ne alterano le caratteristiche organolettiche.

  1. E’ sana

Contiene una giusta quantità di sali necessari all’equilibrio salutare dell’organismo.

  1. Costa meno

In Abruzzo il 67% dei cittadini beve acqua di rubinetto (+ 6% rispetto al 2016.)

Una famiglia composta da 3 persone consuma mediamente 1000 litri di acqua minerale all’anno per una spesa media di 250 euro.

La stessa quantità di acqua di rubinetto costa appena 1 euro.

  1. Riduce i rifiuti di plastica

Gli italiani sono primi in Europa e quarti nel mondo, per il consumo di acqua minerale.

In Italia si bevono, in media, 192 litri a testa all’anno di acqua minerale, producendo anche 100 mila tonnellate di plastica da dover smaltire.

  1. Non inquina

L’imbottigliamento, il trasporto su gomma e la distribuzione di 100 litri d’acqua che viaggiano per 100 Km producono delle emissioni pari a 10 Kg di anidride carbonica.

  1. E’ a km 0

L’acqua del nostro rubinetto non deve fare lunghi viaggi, ma solo alcune centinaia di metri, dalla falda sotto la città alla nostra casa.

  1. E’ sempre disponibile

Non deve essere trasportata ma è sempre a portata di mano a casa tua.

condividi su
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Tumblr


Strumenti Utili

BMI,
Indice di massa corporea

Calcolo online dell'indice di massa corporea

vai al BMI
CC,
Consumo calorico nell'attività fisica

Calcolo online del consumo calorico nell'attività fisica

vai al CC
MB,
Metabolismo Basale

Calcola il tuo metabolismo basale

vai al MB

Dottore Nutrizionista

Giulio D'Aurizio

specialista dell'alimentazione regolarmente abilitato riceve per appuntamento nei seguenti studi

Vasto,
studio privato

Via Goldoni, 8
angolo con via Madonna dell'Asilo

347 65 60 242
347.6560242
Torino Di Sangro,
Centro Tauros

Via Alcide De Gasperi, 4

0873 91 35 65
347 65 60 242
Casalbordino,
Poliambulatorio Casalus

Via Portanuova, 2

347 65 60 242