Riso rosso: un aiuto per il colesterolo

Riso rosso: un aiuto per il colesterolo

Cose’ il riso rosso?

Il riso rosso è un alimento conosciuto da sempre nella cultura medica cinese per la cura dell’ipercolesterolemia.

E’ considerato un nutraceutico, o meglio un cibo-farmaco, perché in grado di apportare benefici all’organismo e per questo motivo l’utilizzo è ormai diffuso in quasi tutti i paesi del mondo.

Questo particolare riso si ottiene dalla fermentazione dell’amido del comune riso con un lievito, il monascus purpureus, che ne colora anche i chicchi di rosso.

Il processo di fermentazione è fondamentale perché porta alla formazione, tra le altre sostanze, della monacolina K che conferisce all’alimento proprio la proprietà ipolipemizzante.

A tutt’oggi è questa peculiarità che fa sì che l’estratto di riso rosso fermentato sia largamente utilizzato nella medicina per il controllo del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue.

Perché è così efficace?

L’efficacia della monacolina K è dovuta alla sua particolare struttura chimica molto simile a quella della lovastatina, un farmaco sintetico appartenete alla famiglia delle statine, utilizzato per il trattamento delle dislipidemie.

Questa molecola agisce inibendo e bloccando il responsabile della biosintesi del colesterolo, l’enzima HMG-CoA reduttasi, con conseguente riduzione complessiva della quantità prodotta dall’organismo.

La validità del riso rosso fermentato nel trattamento dell’ipercolesterolemia è supportata da diverse ricerche.

Questi studi dimostrano come persone con eccesso di grassi nel sangue trattate con gli estratti di questo riso constatavano una diminuzione del colesterolo cattivo (LDL), dei trigliceridi, e un aumento del 20% del colesterolo buono (HDL).

Si può per questo asserire che l’integrazione nella dieta con il riso rosso fermentato è efficace per normalizzare i livelli di colesterolo totale, colesterolo LDL e trigliceridi.

Dove lo posso trovare?

Gli estratti di riso rosso sono ormai disponibili in molti prodotti alimentari ma, come tutti gli integratori, devono essere considerati come dei coadiuvanti al trattamento del colesterolo e non come sostituti di una dieta equilibrata e specifica per l’ipercolesterolemia.

Naturalmente anche gli integratori contenenti estratti di riso rosso vanno assunti con cautela perché, se assunti per periodi prolungati, possono provocare effetti collaterali come l’insorgenza di bruciori o disturbi intestinali.

Per questo, nonostante sia una sostanza naturale, l’assunzione prolungata deve avvenire sempre sotto la supervisione di un medico.

E’ sconsigliato l’uso nei bambini, nelle donne in gravidanza, durante l’allattamento e in caso si segua già una terapia con farmaci ipolipemizzanti.

condividi su
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Tumblr


Strumenti Utili

BMI,
Indice di massa corporea

Calcolo online dell'indice di massa corporea

vai al BMI
CC,
Consumo calorico nell'attività fisica

Calcolo online del consumo calorico nell'attività fisica

vai al CC
MB,
Metabolismo Basale

Calcola il tuo metabolismo basale

vai al MB

Dottore Nutrizionista

Giulio D'Aurizio

specialista dell'alimentazione regolarmente abilitato riceve per appuntamento nei seguenti studi

Vasto,
studio privato

Via Goldoni, 8
angolo con via Madonna dell'Asilo

347 65 60 242
347.6560242
Torino Di Sangro,
Centro Tauros

Via Alcide De Gasperi, 4

0873 91 35 65
347 65 60 242
Casalbordino,
Poliambulatorio Casalus

Via Portanuova, 2

347 65 60 242